I limiti alla prova della simulazione a seconda che intenda farla valere una delle parti contraenti ovvero un terzo o un creditore di una parte

In tema di simulazione, la prova dell’accordo simulatorio subisce o meno limitazioni, in ordine all’ammissibilità della prova testimoniale e della prova presuntiva, in base al combinato disposto degli art. 1417 cc e art. 2729 cc, a seconda del fatto che ad agire in giudizio per farla valere sia una delle parti contraenti ovvero un terzo […]

Read More &#8594

La simulazione può essere assoluta o relativa

La simulazione può essere assoluta o relativa (art. 1414 commi 1 e 2 cc): nella simulazione assoluta il negozio posto in essere dalle parti è solo apparente, in quanto nessun negozio è voluto dalle stesse, mentre nella simulazione relativa, il negozio apparente posto in essere dissimula un negozio diverso, quanto alle parti, alla causa, all’oggetto […]

Read More &#8594

Simulazione e accordo simulatorio

Elemento indefettibile di ogni fattispecie simulatoria (assoluta o relativa) è l’accordo simulatorio tra le parti, il quale deve preesistere al contratto simulato, o, quanto meno, essere contemporaneo a quest’ultimo; perché, si possa affermare l’esistenza di una ipotesi simulatoria occorre, pertanto, provare il predetto accordo simulatorio, e cioè la comune intenzione delle parti di rendere palese […]

Read More &#8594

Come si prova l’interposizione fittizia di persona?

Nella interposizione fittizia di persona, la simulazione ha come indispensabile presupposto la partecipazione all’accordo simulatorio non solo del l’interposto e dell’interponente, ma anche del terzo contraente, nel senso che questi deve dare la propria consapevole adesione all’intesa raggiunta tra i primi due soggetti, assumendo i diritti e gli obblighi contrattuali nei confronti dell’interponente. La prova […]

Read More &#8594

Simulazione: il legale rappresentante della parte non è “terzo” ai fini della prova

In tema di simulazione e quindi dei relativi limiti probatori, il legale rappresentante della società che abbia concluso l’accordo simulatorio non può essere considerato “terzo” ai sensi e per gli effetti dell’art. 1417 cc sol perché intenda farla valere in proprio, cioè come persona fisica. Tribunale di Modena (Ramacciotti), sentenza n. 679 del 12 aprile […]

Read More &#8594