Opposizione a D.I.: l’invalidità del decreto ingiuntivo rileva solo ai fini della provvisoria esecutorietà e delle spese monitorie

Il difetto di prova del credito posto a base del ricorso monitorio non preclude la pronuncia nel merito da parte del giudice dell’opposizione, dovendosi in questa fase accertare la fondatezza della pretesa fatta valere dall’ingiungente opposto. Infatti, l’invalidità del decreto ingiuntivo non è di ostacolo al giudizio di merito che si instaura con l’opposizione, dovendo […]

Read More &#8594

La sanzione processuale del “difetto di contraddittorio” non è l’inammissibilità della domanda, ma l’estinzione del giudizio

Dal combinato disposto degli artt. 102, comma 2, 183 e 307, comma 3 c.p.c., che si applicano anche al procedimento davanti al giudice di pace (art. 311 c.p.c.), si ricava che la sanzione processuale del “difetto di contraddittorio” non è l’inammissibilità della domanda, ma l’estinzione del giudizio e, inoltre, che l’estinzione del giudizio può essere […]

Read More &#8594

Cessione pro solvendo: il creditore cessionario diventa titolare di due crediti concorrenti (uno verso il proprio debitore e l’altro verso il debitore ceduto)

In ipotesi di cessione del credito pro solvendo, il debitore originario non viene liberato sino all’adempimento della obbligazione che ne determina l’estinzione e nello stesso tempo il debitore ceduto è pure obbligato nei confronti del cessionario ed il creditore ha facoltà, in caso di inadempimento della prestazione, di agire contro uno dei debitori. Il creditore […]

Read More &#8594