Il terzo che interviene nel processo all’udienza di PC può formulare (nuove) domande

Chi interviene volontariamente in un processo già pendente ha sempre la facoltà di formulare domande nei confronti delle altre parti, quand’anche sia ormai spirato il termine di cui all’art. 183 c.p.c. per la fissazione del thema decidendum. Del resto, la formulazione della domanda costituisce l’essenza stessa dell’intervento litisconsortile con conseguente inapplicabilità della preclusione di cui […]

Read More &#8594

La revocatoria del fondo patrimoniale

La costituzione di fondo patrimoniale ex art. 167 c.c. è atto idoneo a sottrarre i beni immobili, ivi destinati, all’esecuzione forzata, riducendo la garanzia generica ex art. 2740 c.c. sui beni del debitore, sicché è soggetto a revocatoria. Tribunale di Modena (Rimondini A.), sentenza n. 1925 del 3 novembre 2017

Read More &#8594

Revocatoria ed animus nocendi

In tema di revocatoria, per la sussistenza dell’animus nocendi richiesto dall’art. 2901 c.c. è sufficiente il mero dolo generico, e cioè la mera previsione, da parte del debitore, del pregiudizio dei creditori, e non è, quindi, necessaria la ricorrenza del dolo specifico, e cioè la consapevole volontà del debitore di pregiudicare le ragioni del creditore. […]

Read More &#8594

Revocatoria ed eventus damni: basta un atto che renda più difficile il recupero del credito

In tema di revocatoria, per il requisito dell’eventus damni non è richiesta la totale compromissione della consistenza patrimoniale del debitore, ma solo il compimento di un atto che renda più incerta o difficile la soddisfazione del credito secondo una valutazione operata ex ante con riferimento alla data dell’evento dispositivo e che può consistere anche in […]

Read More &#8594