L’attendibilità delle deposizioni rese dai testi è rimessa all’esclusiva valutazione del giudice di merito

Il ricorso per cassazione è inammissibile se volto alla valorizzazione di una prova testimoniale rimessa all’apprezzamento del giudice e alle dichiarazioni rese dalla parte, ritenute insufficienti in sede di merito a costituire la prova del fatto costitutivo della domanda. Corte di Cassazione, sez. III civ. (pres. Vivaldi, rel. Moscarini) sentenza n. 9051 del 12 aprile […]

Read More &#8594

Locazione abitativa simulata da comodato: i limiti probatori per la parte che voglia dimostrare di essere conduttore e non comodatario

Posto che la locazione abitativa deve essere redatta per iscritto a pena di invalidità (art. 1, co. 4, L. n. 431/1998), al di fuori delle ipotesi di illiceità (art. 1417 cc) ed in difetto di confessione (art. 2733 cc) o giuramento (art. 2738 cc), la prova di una sua asserita simulazione (art. 1414 cc) rimane […]

Read More &#8594

La prova (tra le parti) della simulazione della quietanza

In materia di simulazione (art. 1414 cc), non sono ammissibili tra le parti (art. 1417 cc) la prova testimoniale e quella per presunzioni della simulazione assoluta della quietanza, che dell’avvenuto pagamento costituisce documentazione scritta, ciò impedito dall’art. 2726 cc estensivo al pagamento del divieto previsto dall’art. 2722 cc (Nella specie trattavasi di atto pubblico di […]

Read More &#8594

I presupposti dell’incapacità a testimoniare

L’incapacità a deporre ex art. 246 cpc, che si identifica con l’interesse a proporre la domanda o a contraddirvi (art. 100 cpc), richiede un interesse personale, attuale e concreto che lo legittimerebbe a partecipare al processo in cui è richiesta la sua testimonianza, non assumendo, invece, rilevanza l’interesse di fatto a una determinata conclusione del […]

Read More &#8594