Il giudice interpreta la domanda con riguardo al suo contenuto sostanziale (e non soltanto sulla base del tenore letterale degli atti)

Il giudice del merito nell’indagine diretta all’individuazione del contenuto e della portata delle domande sottoposte alla sua cognizione, non è tenuto ad uniformarsi al tenore meramente letterale degli atti nei quali esse sono contenute, ma deve, per converso, avere riguardo al contenuto sostanziale della pretesa fatta valere, come desumibile dalla natura delle vicende dedotte e […]

Read More &#8594

I quattro requisiti della responsabilità precontrattuale: quando la successiva scelta di cedere il bene ad un altro acquirente è ingiustificata e contraria ad ogni canone di correttezza contrattuale?

Per ritenere integrata la responsabilità precontrattuale ex art. 1337 cc occorre: 1) che tra le parti siano in corso trattative; 2) che queste siano giunte ad uno stadio idoneo ad ingenerare, nella parte che invoca l’altrui responsabilità, il ragionevole affidamento sulla conclusione del contratto; 3) che esse siano state interrotte, senza un giustificato motivo, dalla […]

Read More &#8594

E la condanna per il mancato utilizzo dell’immobile? Solo se oggetto di specifica domanda del promissario acquirente

Nulla, per vizio di ultrapetizione, la statuizione di condanna dei promittenti venditori al pagamento della somma per il mancato utilizzo dell’immobile, se non oggetto di specifica domanda del promissario acquirente. Corte di Cassazione, sez. II civ. (pres. Matera, rel. Oricchio) ordinanza n. 7289 del 23 marzo 2018 NOTA: Il provvedimento di cui in massima ha […]

Read More &#8594

La mancata stipula del definitivo per ammessa impossibilità di adempiere, rende irrilevante l’esame sulla perentorietà del termine in preliminare

È irrilevante e non pertinente la questione dell’essenzialità del termine indicato nel contratto preliminare per la stipula del definitivo, poiché la ratio fondante la sentenza impugnata -che ha accolto la domanda attore di trasferimento ex art. 2932 cc in capo al promissario acquirente dell’immobile di cui al detto preliminare- è il rilevato sostanziale riconoscimento del […]

Read More &#8594

Escluso il privilegio ai crediti per l’attività professionale svolta in forma associata, fatta salva la prova della personalità dell’incarico

Per la associazione che ha azionato il credito ed ha svolto in concreto l’incarico non opera il privilegio ex art. 2751 bis cc n. 2. Nel caso in cui sia l’associazione ad avere fatto valere il credito, deve presumersi che essa ne sia titolare, salva la prova in concreto della riferibilità della prestazione a taluno […]

Read More &#8594