Interessi commerciali e crediti concorsuali

Gli interessi commerciali (D.Lgs. n. 231/2002) non si applicano ai crediti verso debitori sottoposti a procedure concorsuali. Corte di Cassazione, Sez. I civ. (pres. Ceccherini, rel. De Chiara), sentenza n. 3701 del 24 febbraio 2015 NOTA: Il provvedimento di cui in massima ha accolto il gravame proposto avverso Tribunale di Modena decreto n. 10014/2008.

Read More &#8594

I ristorni sono aleatori quanto gli utili, dai quali vanno però tenuti giuridicamente distinti

I ristorni vanno tenuti distinti dagli utili in senso proprio, pur avendo con essi in comune la caratteristica della aleatorietà (in quanto la società può distribuirli solo se la gestione mutualistica dell’impresa si chiuda con un’eccedenza dei ricavi rispetto ai costi): mentre, infatti, gli utili costituiscono remunerazione del capitale e sono perciò distribuiti in proporzione […]

Read More &#8594

Fallimento e preordinato trasferimento della sede societaria all’estero

Spetta al giudice italiano la giurisdizione con riguardo all’istanza di fallimento presentata nei confronti di società di capitali, già costituita in Italia, che, dopo il manifestarsi della crisi dell’impresa, abbia trasferito all’estero la sede legale, nel caso in cui i soci, chi impersona l’organo amministrativo ovvero chi ha maggiormente operato per la società, siano cittadini […]

Read More &#8594

Dichiarazione di fallimento: il trasferimento della sede all’estero non esclude la giurisdizione italiana

In ordine alla dichiarazione di apertura della procedura fallimentare, il trasferimento in uno Stato extracomunitario della sede di una società, benché anteriore al deposito dell’istanza di fallimento, non esclude la giurisdizione italiana, essendo essa inderogabile – salve le convenzioni internazionali o le norme comunitarie – secondo il disposto degli artt. 9 e 10 Legge Fall. […]

Read More &#8594