Interessi successivi, il ritardo nel pagamento della somma spettante al creditore ammesso non gli attribuisce il diritto di percepire gli interessi compensativi o moratori per il periodo compreso tra la data di esecutività del piano ed il pagamento

L’ammissione del credito al passivo e l’inclusione del relativo importo nel piano di riparto non determinano una novazione del credito, né lo trasformano in un credito nei confronti della massa, con la conseguenza che gli interessi maturati e maturandi, dovendo considerarsi pur sempre accessori di un credito nei confronti del fallito, non possono dar vita […]

Read More &#8594

Competenza per territorio: spetta al giudice ove ha sede l’ufficio al quale il dipendente pubblico è, seppur temporaneamente, addetto

La disposizione dell’art. 413 cpc va interpretata nel senso che, in caso di utilizzazione temporanea del dipendente presso altro ufficio appartenente alla stessa amministrazione, la competenza per territorio va senz’altro determinata con riguardo al luogo in cui il lavoratore presta effettivamente servizio, tale accezione essendo l’unica compatibile con l’anzidetta ratio legis, che l’art. 413 cpc […]

Read More &#8594

Dipendenti pubblici, la competenza per territorio spetta al Tribunale del luogo in cui l’insegnante presta la propria attività lavorativa al momento dell’introduzione della lite

Nelle controversie relative a rapporti di lavoro alle dipendenze della pubblica amministrazione, la competenza per territorio va determinata, secondo quanto previsto dall’art. 413 cpc, in coerenza con la finalità legislativa di rendere più funzionale e celere il processo radicando la cognizione nei luoghi normalmente vicini alla residenza del dipendente, nei quali sono più agevolmente reperibili […]

Read More &#8594

Presupposti oggettivi di fallibilità: a chi incombe l’onere di provare la soglia minima di indebitamento?

L’art. 15, ultimo comma, Legge Fall. è stato introdotto dal legislatore in un’ottica deflattiva delle procedure concorsuali e costituisce, pertanto, una condizione per la dichiarazione di fallimento. Ne deriva che il mancato superamento del limite in parola non costituisce un onere probatorio a carico del fallendo, ma deve essere riscontrato d’ufficio dal tribunale sulla base […]

Read More &#8594

Il curatore fallimentare può sempre sciogliersi dal contratto preliminare (ma non sempre se ne producono gli effetti)

Il curatore fallimentare può sempre sciogliersi dal contratto preliminare ex art. 72 Legge Fall., ma tale scioglimento ha effetto solo nel caso di mancata trascrizione della domanda ex art. 2932 cc e della relativa sentenza definitiva di accoglimento. Corte di Appello di Bologna, Sez. II civ. (pres. Guidotti, rel. Varotti), sentenza n. 2182 del 22 […]

Read More &#8594