Abusivo riempimento di foglio firmato in bianco: quando è comunque necessaria la querela di falso?

La denuncia dell’abusivo riempimento di un foglio firmato in bianco postula la proposizione della querela di falso tutte le volte in cui il riempimento risulti avvenuto “absque pactis” e la scrittura abbia un’incidenza sostanziale e/o processuale intrinsecamente elevata Tribunale di Modena (Cividali), sentenza n. 2290 del 28 dicembre 2017

Read More &#8594

Documento allegato al decreto ingiuntivo non opposto: è ammissibile la querela di falso?

Il giudicato sostanziale conseguente alla mancata opposizione di un decreto ingiuntivo copre non soltanto l’esistenza del credito azionato, del rapporto di cui esso è oggetto e del titolo su cui il credito ed il rapporto stessi si fondano, ma anche l’inesistenza di fatti impeditivi, estintivi e modificativi del rapporto e del credito precedenti al ricorso […]

Read More &#8594

Notifica a mezzo posta: l’avviso di ricevimento ha forza di atto pubblico (e fa fede fino a querela di falso)

In tema di notificazione a mezzo del servizio postale, l’avviso di ricevimento, il quale è parte integrante della relata di notifica, costituisce, ai sensi dell’art. 4, co. 3, L. n. 890/1982, il solo documento idoneo a provare sia l’intervenuta consegna del plico con la relativa data, sia l’identità della persona alla quale la consegna stessa […]

Read More &#8594

Notifica a mezzo posta: l’avviso di ricevimento ha forza di atto pubblico (e fa fede fino a querela di falso)

In tema di notificazione a mezzo del servizio postale, l’avviso di ricevimento, il quale è parte integrante della relata di notifica, costituisce, ai sensi dell’art. 4, co. 3, L. n. 890/1982, il solo documento idoneo a provare sia l’intervenuta consegna del plico con la relativa data, sia l’identità della persona alla quale la consegna stessa […]

Read More &#8594

Querela di falso incidentale: la differenza tra “presentazione” e “proposizione”

La querela di falso in corso di causa, deve essere prima “proposta” ai sensi dell’art. 221 cpc, cioè portata all’attenzione del giudice affinché valuti la rilevanza e l’ammissibilità della relativa istanza, e, quindi, “presentata” ai sensi dell’art. 222 cpc, il che può avvenire solo dopo l’autorizzazione del giudice che ne abbia positivamente valutato l’ammissibilità. Solo […]

Read More &#8594