I presupposti della risoluzione del contratto per impossibilità sopravvenuta

La risoluzione del contratto per impossibilità sopravvenuta della prestazione (art. 1463 cc) si ha non solo nel caso in cui sia divenuta impossibile l’esecuzione della prestazione da parte del debitore ma anche nel caso in cui sia divenuta impossibile la sua utilizzazione ad opera della controparte, purché tale impossibilità non sia imputabile al creditore e […]

Read More &#8594

La compensazione può avvenire con un controcredito sub judice in altro procedimento?

In tema di compensazione dei crediti, se è controversa, nel medesimo giudizio instaurato dal creditore principale o in altro già pendente, l’esistenza del controcredito opposto in compensazione, il giudice non può pronunciare la compensazione, neppure quella giudiziale, perché quest’ultima, ex art. 1243 cc co. 2 presuppone l’accertamento del controcredito da parte del giudice dinanzi al […]

Read More &#8594

Diritto di regresso del fideiussore verso il Fallimento ed eccezione di compensazione

Il credito di regresso, nell’ipotesi più frequente del fideiussore, il quale effettui il pagamento, anche se intervenuto dopo la dichiarazione di fallimento del debitore principale ha natura concorsuale in quanto si sostituisce al credito estinto, senza che ciò implichi alcuna violazione del principio di cristalizzazione della massa passiva. Ciò non implica tuttavia la necessità dell’ammissione […]

Read More &#8594

Diritto di regresso del fideiussore verso il Fallimento ed eccezione di compensazione

Il credito di regresso, nell’ipotesi più frequente del fideiussore, il quale effettui il pagamento, anche se intervenuto dopo la dichiarazione di fallimento del debitore principale ha natura concorsuale in quanto si sostituisce al credito estinto, senza che ciò implichi alcuna violazione del principio di cristalizzazione della massa passiva. Ciò non implica tuttavia la necessità dell’ammissione […]

Read More &#8594

Al credito di cui all’assegno di mantenimento attribuito al coniuge è opponibile la compensazione

Il credito di cui all’assegno di mantenimento, attribuito al coniuge separato senza addebito di responsabilità, ai sensi dell’art. 156 cc, avendo la sua fonte legale nel diritto all’assistenza materiale inerente al vincolo coniugale e non nell’incapacità della persona che versa in stato di bisogno e non è in grado di provvedere al proprio mantenimento, non […]

Read More &#8594