Prova della forma scritta ad substantiam: ammessa la confessione (ma non la prova per testi, presunzioni e giuramento)

La stipulazione del contratto per cui è richiesta la forma scritta ad substantiam non può essere provata per testimoni (salvo che il contraente non abbia perduto senza colpa il documento ex art. 2724 n. 2 cc), né per presunzioni (art. 2729 cc) né tramite giuramento (art. 2739 cc), mentre -mancando un esplicito divieto in tal […]

Read More &#8594

Il rifiuto (ingiustificato) della proposta conciliativa fa perdere sulle spese legali (anche chi vince la causa)

Il rifiuto ingiustificato della parte alla proposta conciliativa formulata dal Giudice rileva ai fini della condanna alle spese ex art. 91 cpc (Nel caso di specie, in applicazione del principio di cui in massima, il Giudice ha disposto l’integrale compensazione delle spese nonostante l’accoglimento totale delle domande dell’attore, che tuttavia aveva rifiutato la proposta conciliativa […]

Read More &#8594

Il terzo che interviene nel processo all’udienza di PC può formulare (nuove) domande

Chi interviene volontariamente in un processo già pendente ha sempre la facoltà di formulare domande nei confronti delle altre parti, quand’anche sia ormai spirato il termine di cui all’art. 183 cpc per la fissazione del thema decidendum. Del resto, la formulazione della domanda costituisce l’essenza stessa dell’intervento litisconsortile con conseguente inapplicabilità della preclusione di cui […]

Read More &#8594