Il disconoscimento della “documentazione” è inefficace perché generico e “di stile”

In tema di disconoscimento di fotocopie di scritture private prodotte in giudizio, la parte interessata ha l’onere di indicare dettagliatamente gli elementi necessari per la valutazione delle censure mosse al riguardo, giacché l’onere di disconoscere la conformità tra l’originale di una scrittura e la copia fotostatica della stessa prodotta in giudizio, pur non implicando necessariamente […]

Read More &#8594

Mancata risposta all’interrogatorio formale e ficta confessio

In caso di mancata risposta della parte all’interrogatorio formale, il giudice può ritenere i fatti oggetto di prova come ammessi ai sensi dell’art. 232 cpc, sicché tale comportamento, pur rappresentando un fatto qualificato riconducibile al più ampio ambito del comportamento della parte nel processo, non produce l’effetto automatico della ficta confessio, ma è da valutare […]

Read More &#8594