Abuso del processo: la condanna d’ufficio per lite temeraria

La condanna per responsabilità processuale aggravata di cui all’art. 96 cpc co. 3 è applicabile d’ufficio in tutti i casi di soccombenza, configurando una sanzione di carattere pubblicistico, volta alla repressione dell’abuso dello strumento processuale, autonoma ed indipendente rispetto alle ipotesi di responsabilità aggravata ex art. 96 cpc commi 1 e 2 (ma con queste […]

Read More &#8594

La condanna per lite temeraria ex art. 96 co. 1 cpc presuppone un danno (non risarcibile con le sole spese legali)

La condanna per responsabilità processuale aggravata di cui all’art. 96 cpc co. 1 richiede la prova, incombente sulla parte istante, sia dell’”an” e sia del “quantum debeatur”, di un danno conseguente alla condotta dell’avversario non compensato sul piano strettamente economico dal rimborso delle spese e degli onorari del procedimento stesso, o comunque postula che, pur […]

Read More &#8594

Parametri forensi: l’aumento dei compensi professionali in caso di manifesta fondatezza della domanda

L’art. 4 co. 8 D.M. n. 55/2014 (secondo cui «Il compenso da liquidare giudizialmente a carico del soccombente costituito può essere aumentato fino a un terzo rispetto a quello altrimenti liquidabile quando le difese della parte vittoriosa sono risultate manifestamente fondate») ha la medesima ratio -anche punitiva- dell’art. 96 cpc in tema di lite temeraria […]

Read More &#8594

Condanna per lite temeraria: non basta la semplice prospettazione di tesi giuridiche opinabili o infondate

La temerarietà della lite sottende la consapevolezza dell’infondatezza delle domande proposte e delle tesi sostenute o l’inosservanza della normale diligenza per l’acquisizione di tale coscienza; non è sufficiente, invece, la mera opinabilità del diritto fatto valere. Tribunale di Modena (Grandi), sentenza n. 1592 del 23 novembre 2021

Read More &#8594