Chiamata in causa di terzo: chi paga le spese legali?

Attesa la lata accezione con cui il termine «soccombenza» è assunto nell’art. 91 cpc, il rimborso delle spese processuali sostenute dal terzo chiamato in garanzia dal convenuto deve essere posto a carico dell’attore, ove la chiamata in causa si sia resa necessaria in relazione alle tesi sostenute dall’attore stesso e queste siano risultate infondate, a […]

Read More &#8594

Il giuramento deferito solo in appello giustifica la compensazione delle spese

La circostanza che la parte, soccombente in primo grado, vinca in appello a seguito del positivo esperimento del giuramento decisorio, deferito solo in tale sede all’appellato, integralmente vittorioso in primo grado, può integrare “gravi ed eccezionali ragioni” (art. 92 cpc) per la compensazione delle spese. Tribunale di Modena (Ricci), sentenza n. 1712 del 2 ottobre […]

Read More &#8594

Vietata la c.d. CTU esplorativa

La consulenza tecnica d’ufficio non è mezzo istruttorio in senso proprio, avendo la finalità di coadiuvare il giudice nella valutazione di elementi acquisiti o nella soluzione di questioni che necessitino di specifiche conoscenze. Ne consegue che il suddetto mezzo di indagine non può essere utilizzato al fine di esonerare la parte dal fornire la prova […]

Read More &#8594

Qual è l’efficacia probatoria del modulo di constatazione amichevole (CID) sottoscritto dalle parti coinvolte nel sinistro?

Nei giudizi in cui il proprietario dei veicolo assume il ruolo di litisconsorte necessario, gli stessi fatti che determinano la responsabilità e la condanna del danneggiante costituiscono la fonte dell’obbligazione risarcitoria dell’assicuratore, con la conseguenza che si deve escludere la possibilità di apprezzare diversamente gli elementi di prova raccolti e, in particolare, le dichiarazioni confessorie […]

Read More &#8594