Il diritto del cliente di ottenere la documentazione della banca non viene meno neppure con la cessazione del rapporto contrattuale

La previsione di cui all’art. 119 TUB (secondo cui il cliente ha diritto ad ottenere dalla banca “copia della documentazione inerente a singole operazioni poste in essere negli ultimi dieci anni“) configura un diritto sostanziale autonomo, la cui tutela è riconosciuta come situazione giuridica finale e non strumentale, donde, per il suo riconoscimento, non assume […]

Read More &#8594

Il mutuo fondiario non è un mutuo di scopo (quindi può essere usato anche per estinguere debiti verso la banca mutuante stessa)

Il mutuo fondiario di cui agli artt. 38 e ss. Tub costituisce lo strumento tipico da utilizzarsi, in termini generali e astratti, per il conseguimento delle finalità più varie, senza alcun vincolo per le parti in ordine alla finale destinazione della somma presa a mutuo e senza che se ne possa affermare la nullità qualora […]

Read More &#8594

Il mutuo è un contratto reale ma la consegna materiale della somma non è indispensabile

Il mutuo è un contratto reale che quindi si perfeziona con la consegna della somma data a mutuo che è elemento costitutivo del contratto, ma, ai fini del perfezionamento della fattispecie negoziale non occorre la materiale e fisica traditio del denaro nelle mani del mutuatario, risultando, al riguardo, sufficiente che questi ne acquisisca anche solo […]

Read More &#8594

Il contratto di mutuo si perfeziona se la somma è versata su un deposito cauzionale infruttifero a garanzia di obbligazioni del mutuatario?

Ai fini del perfezionamento del contratto di mutuo, avente natura reale ed efficacia obbligatoria, l’uscita del denaro dal patrimonio dell’istituto di credito mutuante, e l’acquisizione dello stesso al patrimonio del mutuatario, costituisce effettiva erogazione dei fondi, anche se parte delle somme sia versata dalla banca su un deposito cauzionale infruttifero destinato ad essere svincolato in […]

Read More &#8594

Covid-19: il lockdown non attribuisce al conduttore il diritto di sospendere il pagamento dei canoni (né trasferisce sul locatore il rischio d’impresa)

Nel caso di sospensione delle attività imprenditoriali a causa dell’emergenza pandemica Covid-19 (ristorazione, piscine e impianti sportivi, ecc.), la morososità del conduttore va sì valutata ai fini della gravità dell’inadempimento tenendo conto del mancato svolgimento dell’attività commerciale nel periodo di chiusura totale della stessa in base alle misure imposte dal Governo, ma – nel rispetto […]

Read More &#8594