Sfratto: il giudicato della convalida non copre i canoni

Il provvedimento di convalida di sfratto per morosità ha efficacia di giudicato, ma non preclude al locatore di instaurare il giudizio separato per conseguire il pagamento dei canoni, né al conduttore di chiedere in giudizio l’accertamento sulla esistenza stessa dell’obbligo del pagamento, e di eccepire e contestare la misura dei canoni, e di proporre domanda […]

Read More &#8594

Sinistri stradali: contrasto tra giudicati e omogeneità della pronuncia tra conducente, proprietario e Assicurazione

Deve escludersi che nel nostro ordinamento giuridico viga un principio in forza del quale, in materia di risarcimento dei danni derivati da sinistro stradale, sia necessario rendere la stessa omogenea pronuncia, di accoglimento o rigetto, nei confronti del conducente, del proprietario e dell’assicuratore del veicolo ipoteticamente danneggiante, giacché nella specie vi è cumulo di distinte […]

Read More &#8594

Revocatoria fallimentare delle rimesse di conto corrente e (in)determinatezza della domanda

Non è nulla per indeterminatezza dell’oggetto o della causa petendi, la citazione contenente la domanda di revocatoria fallimentare di pagamenti costituiti da rimesse di conto corrente bancario, seppur manchi l’indicazione dei singoli versamenti solutori, qualora siano specificamente indicati i conti correnti e la domanda si riferisca a tutte le rimesse operate su quei conti in […]

Read More &#8594

Sul decreto ingiuntivo definitivo

L’efficacia di giudicato del decreto ingiuntivo non opposto tempestivamente non viene meno per la semplice proposizione di opposizione tardiva ex art. 650 cpc, così come il passaggio in giudicato del decreto ingiuntivo non è impedito -o revocato- dalla sua impugnazione attraverso la revocazione straordinaria o l’opposizione di terzo (art. 656 cpc), che sono per loro […]

Read More &#8594