Usurarietà degli interessi: le istruzioni della Banca d’Italia hanno valore vincolante e non possono adottarsi formule di calcolo differenti

Le contestazioni di usurarietà del rapporto fondate su formule di calcolo differenti da quelle adottate dalla Banca d’Italia per la rilevazione dei Tassi Effettivi Globali Medi non sono attendibili e, pertanto, rendono inammissibile in quanto esplorativa una consulenza tecnica d’ufficio di tipo contabile. Tribunale di Modena (Rimondini), sentenza n. 2096 del 27 novembre 2017

Read More &#8594

Gli interessi moratori pattuiti convenzionalmente rilevano ai fini della valutazione di usurarietà del contratto quale superamento del tasso soglia?

Gli interessi corrispettivi e quelli moratori non sono tra loro cumulabili in considerazione della diversa natura di tali categorie di interessi, di talché la valutazione in termini di usurarietà del contratto deve essere effettuata con esclusivo riguardo agli oneri che costituiscono remunerazione della messa a disposizione del capitale, mentre gli interessi moratori non costituiscono una […]

Read More &#8594

Risarcimento del danno: la rivalutazione monetaria è liquidata d’ufficio

Costituendo l’obbligazione da risarcimento del danno un debito di valore, la stessa è sottratta al principio nominalistico proprio delle obbligazioni pecuniarie e deve essere adeguata – anche d’ufficio – alla stregua dell’aumento del costo della vita intervenuto in epoca successiva al sinistro. Tribunale di Modena (Rimondini), sentenza n. 2008 del 14 novembre 2017

Read More &#8594

Gli interessi moratori rilevano ai fini del superamento del tasso soglia usura?

La valutazione in termini di usurarietà del contratto deve essere effettuata con esclusivo riguardo agli oneri che costituiscono remunerazione della messa a disposizione del capitale; gli interessi moratori non costituiscano una forma di remunerazione, in quanto la loro funzione è quella di sanzionare l’inadempimento del mutuatario sulla base di una previsione pattizia riconducibile al genus […]

Read More &#8594

Le conseguenze della c.d. usura sopravvenuta

Per la qualificazione di un tasso come usurario occorre fare applicazione dell’art. 644 c.p., tenendo conto del momento in cui gli interessi sono convenuti, indipendentemente dal momento del loro pagamento. Di conseguenza, allorché il tasso degli interessi concordato tra mutuante e mutuatario superi, nel corso dello svolgimento del rapporto, la soglia dell’usura come determinata in […]

Read More &#8594