Quando l’assegno (bancario o circolare) sia presentato da persona che adduca di agire in nome e per conto del prenditore in forza di rappresentanza

Quando l’assegno (bancario o circolare) sia presentato da persona che adduca di agire in nome e per conto del prenditore in forza di rappresentanza, la banca, in quanto tenuta a controllare la coincidenza del presentatore con il prenditore ai sensi ed agli effetti dell’art. 43 del R.D. n. 1736/1933, ha l’onere di acquisire prova di […]

Read More &#8594

Come si imputa l’acconto sul maggior danno ricevuto prima della (o in corso di) causa?

In caso di pagamenti parziali anteriori alla conversione del debito di valore in debito di valuta, la stima del danno da ritardo nell’adempimento dell’obbligazione risarcitoria va compiuta: a. devalutando il pagamento e il credito alla data dell’illecito; b. detraendo il pagamento dal credito; c. calcolando gli interessi compensativi con un saggio scelto equitativamente e applicato: […]

Read More &#8594

Il commercialista che redige un progetto di ristrutturazione aziendale non assume un obbligo di risultato

L’attività di redazione di un progetto di ristrutturazione aziendale svolta dai commercialisti costituisce una obbligazione di mezzi non essendo il professionista tenuto a pervenire ad un determinato esito, dovendo invece mantenere nel corso della propria attività determinati standard di diligenza ai sensi dell’art. 1176 cc co. 2. In ogni caso, la responsabilità del consulente si […]

Read More &#8594

Libera professione: obbligazione di mezzi (facere) e di risultato (opus)

Il contratto che ha per oggetto una prestazione d’opera intellettuale – inquadrabile nella categoria del lavoro autonomo – comporta normalmente per il professionista un’obbligazione di mezzi, nell’adempimento della quale egli è tenuto ad usare la diligenza che la natura dell’attività esercitata esige, ai sensi dell’art. 1176 cc, tranne nel caso in cui al professionista sia […]

Read More &#8594