L’imputazione del pagamento ad un credito diverso

Qualora il debitore abbia dichiarato di avere corrisposto somme idonee ad estinguere il debito per il quale sia stato convenuto in giudizio, essendo stato eseguito con riferimento ad un determinato credito, spetta al creditore-attore, che pretende di imputare il pagamento ad estinzione di altro credito, dimostrare sia l’esistenza di più debiti del convenuto scaduti, sia […]

Read More &#8594

Furto di bene sottoposto a sequestro penale: quid juris?

Il custode di beni sequestrati in sede penale opera esclusivamente per il giudice al cui controllo è sottoposto come suo ausiliario: ciò comporta l’assenza di un rapporto privatistico con i titolari delle res, ma non esclude che il custode possa rispondere nei loro confronti a titolo di responsabilità aquiliana per i danni cagionati dall’inosservanza dei […]

Read More &#8594

Responsabilità professionale dell’avvocato: le ridotte probabilità di successo dovute al comportamento del professionista

Nell’ambito della responsabilità contrattuale dell’avvocato il nesso di causa può dirsi accertato se il comportamento alternativo doveroso del professionista avrebbe con maggior probabilità assicurato al cliente il riconoscimento delle sue ragioni. Tribunale di Modena (Pagliani), sentenza n. 565 del 3 maggio 2022

Read More &#8594

La sottrazione e l’incasso, da parte di un terzo, dell’assegno spedito a mezzo posta semplice

La spedizione per posta ordinaria di un assegno, ancorché munito di clausola d’intrasferibilità, configura, in caso di sottrazione del titolo e riscossione da parte di un soggetto non legittimato, un comportamento contrario alle regole di comune prudenza e quindi un antecedente necessario dell’evento dannoso, concorrente con il comportamento colposo eventualmente tenuto dalla banca nell’identificazione del […]

Read More &#8594

L’errata strategia processuale può essere fonte di responsabilità professionale per l’avvocato?

In tema di responsabilità professionale dell’avvocato, la colpa -che si presume- deve essere valutata secondo il parametro della diligenza professionale (art. 1176 cc co. 2), ossia della diligenza (intesa quale cognizione tecnica e accortezza) che normalmente l’avvocato deve impiegare nel rendere la propria opera, e deve assumere una particolare intensità (colpa grave: art. 2236 cc) […]

Read More &#8594