Cambiale e assegno: avallante ed exceptio doli

L’avallante, al pari di ogni debitore cambiario, può opporre al possessore della cambiale o dell’assegno circostanze riconducibili al contenuto dell’”exceptio doli”, come l’eccezione di estinzione per pagamento del debito principale nel caso in cui la cambiale non ha circolato o il possessore di essa sia lo stesso nei cui confronti l’avallato ha estinto l’obbligazione. Tribunale […]

Read More &#8594

La disponibilità dei fondi sul conto corrente deve permanere per tutta la durata del termine di presentazione dell’assegno

L’apertura di un conto corrente con convenzione di assegno identifica un contratto misto (con elementi del mandato, del conto corrente e del deposito bancario) che obbliga la banca trattaria a pagare al beneficiario l’importo dei titoli nei limiti dei fondi disponibili. La disponibilità dei fondi deve permanere per tutta la durata del termine di presentazione […]

Read More &#8594

Il pagamento tardivo di un assegno emesso privo di provvista non ha efficacia solutoria se non seguito dall’effettivo pagamento del dovuto

Il pagamento tardivo di un assegno emesso privo di provvista non ha efficacia solutoria verso il creditore ma è volto a regolare i rapporti tra banca trattaria ed opponente e costituisce la condizione di non punibilità dell’illecito a seguito del protesto dei titoli ed a evitare l’applicazione della relativa sanzione amministrativa e la conseguente segnalazione […]

Read More &#8594

Legittima l’azione monitoria nei confronti del debitore rilasciante assegni bancari inizialmente privi di provvista

L’inesatto e tardivo adempimento dell’opponente ai pagamenti a cui era tenuto solo a seguito di protesto degli assegni ed al versamento presso la banca trattaria della somma portata sui titoli e relativa penale, a cui però non ha fatto seguito da parte del debitore il pagamento di quanto dovuto nei confronti del creditore, non potendo […]

Read More &#8594