Cambiale e assegno: avallante ed exceptio doli

L’avallante, al pari di ogni debitore cambiario, può opporre al possessore della cambiale o dell’assegno circostanze riconducibili al contenuto dell’”exceptio doli”, come l’eccezione di estinzione per pagamento del debito principale nel caso in cui la cambiale non ha circolato o il possessore di essa sia lo stesso nei cui confronti l’avallato ha estinto l’obbligazione. Tribunale […]

Read More &#8594

Chi onora la cambiale ha diritto di ottenerne la consegna

L’art. 45 co. 1 R.D. n. 1669/1933 («Modificazioni alle norme sulla cambiale e sul vaglia cambiario») attribuisce al trattario, che paga la cambiale, il diritto alla sua riconsegna, con quietanza al portatore. Il possesso da parte del debitore del titolo originale del credito costituisce, perciò, fonte di una presunzione legale juris tantum di pagamento, superabile […]

Read More &#8594

L’imputazione di pagamento nel caso di assegno o cambiale

Una volta provato un pagamento avente efficacia estintiva, ossia riconducibile ad un determinato credito, il creditore che ne contro-deduca l’imputazione ad un credito diverso, ha l’onere di provare la sua eccezione. Questo principio non può essere applicato ove l’eccezione di estinzione per adempimento si fondi sulla produzione di assegni o cambiali: solo a fronte di […]

Read More &#8594