Notifica del decreto ingiuntivo oltre il suo termine di efficacia e relativa opposizione dell’ingiunto

Il termine previsto dall’art. 644 cpc per la notifica del decreto ingiuntivo è perentorio e, come tale, non può essere prorogato. Peraltro, qualora il creditore provveda alla notificazione del medesimo dopo il decorso di tale termine, le ragioni del debitore, ivi comprese quelle relative all’inefficacia del titolo prevista dalla citata norma, possono essere fatte valere […]

Read More &#8594

Il mutuo fondiario non è un mutuo di scopo (quindi può essere usato anche per estinguere debiti verso la banca mutuante stessa)

Il mutuo fondiario di cui agli artt. 38 e ss. Tub costituisce lo strumento tipico da utilizzarsi, in termini generali e astratti, per il conseguimento delle finalità più varie, senza alcun vincolo per le parti in ordine alla finale destinazione della somma presa a mutuo e senza che se ne possa affermare la nullità qualora […]

Read More &#8594

La c.d. usura sopravvenuta non ha cittadinanza nel nostro ordinamento

Per la qualificazione di un tasso come usurario occorre fare applicazione dell’art. 644 c.p., tenendo conto del momento in cui gli interessi sono convenuti, indipendentemente dal momento del loro pagamento. Di conseguenza, allorché il tasso degli interessi concordato tra mutuante e mutuatario superi, nel corso dello svolgimento del rapporto, la soglia dell’usura come determinata in […]

Read More &#8594

La CTU non può essere strumentalizzata per acquisire documentazione che la parte avrebbe potuto produrre

La consulenza tecnica d’ufficio costituisce un mezzo di ausilio per il giudice, volto alla più approfondita conoscenza dei fatti già provati dalle parti, la cui interpretazione richiede nozioni tecnico-scientifiche, e non un mezzo di soccorso volto a sopperire all’inerzia delle parti. Ne consegue che, qualora la consulenza d’ufficio sia richiesta per acquisire documentazione che la […]

Read More &#8594

Mutui bancari: l’importo massimo erogabile non può essere superiore all’80% del valore dell’immobile oggetto dell’ipoteca

In tema di mutuo fondiario, l’art. 38 TUB prescrive che l’importo massimo erogabile non possa essere superiore all’80% del valore dell’immobile oggetto dell’ipoteca iscritta a garanzia della restituzione delle somme mutuate, ovvero fino al 100% qualora vengano prestate determinate garanzie aggiuntive. Ai fini della valutazione dell’osservanza del limite di finanziabilità deve compiersi un «prudente apprezzamento […]

Read More &#8594