Mutui bancari: l’importo massimo erogabile non può essere superiore all’80% del valore dell’immobile oggetto dell’ipoteca

In tema di mutuo fondiario, l’art. 38 TUB prescrive che l’importo massimo erogabile non possa essere superiore all’80% del valore dell’immobile oggetto dell’ipoteca iscritta a garanzia della restituzione delle somme mutuate, ovvero fino al 100% qualora vengano prestate determinate garanzie aggiuntive. Ai fini della valutazione dell’osservanza del limite di finanziabilità deve compiersi un «prudente apprezzamento […]

Read More &#8594

Esecuzione nei confronti del terzo datore di ipoteca: il contenuto dell’atto di precetto che gli deve essere notificato

Quando un terzo costituisce una ipoteca su beni propri a garanzia di un debito altrui, il creditore ha diritto di fare espropriare la cosa ipotecata in caso di inadempimento del debitore, ed ai fini dell’esercizio di tale diritto è tenuto a notificare al terzo datore di ipoteca, oltre che al debitore, sia il titolo esecutivo […]

Read More &#8594

[SS.UU.] Il limite di finanziabilità del mutuo fondiario non può essere evitato semplicemente qualificando il contratto come mutuo ordinario

Qualora i contraenti abbiano inteso stipulare un mutuo fondiario corrispondente al modello legale (finanziamento a medio o lungo termine concesso da una banca garantito da ipoteca di primo grado su immobili), essendo la loro volontà comune in tal senso incontestata (o, quando contestata, accertata dal giudice di merito), non è consentito al giudice riqualificare d’ufficio […]

Read More &#8594

Riscossione esattoriale: l’impugnazione dell’ipoteca

Il provvedimento con il quale l’amministrazione finanziaria iscriva ipoteca su un immobile di proprietà dell’ingiunto non è autonomamente impugnabile, a meno che il ricorrente, formalmente impugnando l’avviso di iscrizione ipotecaria, intenda, in realtà, recuperare l’esercizio del mezzo di tutela vanificato dall’omissione delle notifiche dell’ordinanza-ingiunzione (ove emessa), della cartella esattoriale e dell’avviso di mora. Tribunale di […]

Read More &#8594

È nulla l’ipoteca su un bene non più del debitore al momento dell’iscrizione: ma se quell’alienazione viene revocata con effetti retroattivi?

In base al disposto dell’art. 2828 cc, affinché l’ipoteca su un bene possa essere validamente iscritta, è necessario che il bene sia di proprietà del debitore, per cui è nulla l’iscrizione dell’ipoteca giudiziale su beni immobili, già di proprietà del debitore, ma da lui venduti anteriormente all’iscrizione. Tuttavia, la sentenza che accoglie la domanda revocatoria […]

Read More &#8594