La mancata risposta all’interrogatorio formale

La mancata risposta all’interrogatorio formale può semplicemente fornire al Giudice elementi di giudizio da valutarsi nell’ambito di ogni ulteriore elemento di prova, come previsto dagli art. 116 cpc e art. 232 cpc, ma ad essa non si ricollega automaticamente l’effetto della confessione, restando facoltà del Giudice di ritenere come ammessi i fatti dedotti con tale […]

Read More &#8594

Adesione alla proposta conciliativa del giudice e compensazione delle spese legali

Il criterio della soccombenza virtuale non può operare quando, in assenza di qualunque istruttoria, la causa non si sviluppa perché le parti aderiscono fin da subito a una proposta conciliativa giudiziale che risolve integralmente il contenzioso facendo cessare la materia del contendere, prima ancora che le parti sviluppino compiutamente le proprie difese articolando mezzi di […]

Read More &#8594

Abusivo riempimento di foglio firmato in bianco: quando è comunque necessaria la querela di falso?

La denuncia dell’abusivo riempimento di un foglio firmato in bianco postula la proposizione della querela di falso tutte le volte in cui il riempimento risulti avvenuto “absque pactis” e la scrittura abbia un’incidenza sostanziale e/o processuale intrinsecamente elevata Tribunale di Modena (Cividali), sentenza n. 2290 del 28 dicembre 2017

Read More &#8594

Documento allegato al decreto ingiuntivo non opposto: è ammissibile la querela di falso?

Il giudicato sostanziale conseguente alla mancata opposizione di un decreto ingiuntivo copre non soltanto l’esistenza del credito azionato, del rapporto di cui esso è oggetto e del titolo su cui il credito ed il rapporto stessi si fondano, ma anche l’inesistenza di fatti impeditivi, estintivi e modificativi del rapporto e del credito precedenti al ricorso […]

Read More &#8594