La parcella dell’avvocato non specificamente contestata dal cliente

La parcella del difensore è assimilabile al rendiconto in relazione al quale le contestazioni del cliente non possono essere generiche, ma devono riguardare specificamente le singole voci esposte, sorgendo solo in caso di contestazione l’obbligo del professionista di fornire una più appropriata dimostrazione delle sue pretese, le quali in caso contrario devono ritenersi provate nel […]

Read More &#8594

Compenso professionale dell’avvocato: la mancanza del preventivo non impedisce di ottenere un decreto ingiuntivo contro l’ex cliente

L’art. 9, co. 4, L. n. 27/2012, nella parte in cui prevede che «la misura del compenso è previamente resa nota al cliente obbligatoriamente, in forma scritta o digitale, con un preventivo di massima», non innova alla disciplina della prova del credito professionale in sede monitoria (art. 633 cpc co. 1 n. 2 e art. […]

Read More &#8594

Il servizio di vigilanza di un immobile con sopralluoghi a intervalli di tempo è obbligazione di mezzi o di risultato?

Il servizio di vigilanza di un immobile con sopralluoghi a intervalli di tempo è oggetto di un’obbligazione di mezzi, il cui inadempimento fa sorgere la responsabilità del debitore se si accerta l’idoneità del controllo a impedire il furto, valutati i tempi e le modalità della condotta delittuosa. Tribunale di Modena (Grandi), sentenza n. 340 del […]

Read More &#8594

Tardiva o mancata proposizione dell’appello: l’onere della prova a carico del cliente

In tema di responsabilità professionale per omessa proposizione di impugnazione, il cliente non può limitarsi a dedurre l’astratta possibilità della riforma in appello di tale pronuncia in senso a lui favorevole, ma deve dimostrare l’erroneità della pronuncia in questione oppure produrre nuovi documenti o altri mezzi di prova idonei a fornire la ragionevole certezza che […]

Read More &#8594

La responsabilità dell’avvocato per omessa proposizione di impugnazione non è automatica

La responsabilità dell’avvocato (nella specie, per omessa proposizione di impugnazione) non può affermarsi per il solo fatto del suo non corretto adempimento dell’attività professionale, occorrendo verificare se l’evento produttivo del pregiudizio lamentato dal cliente sia riconducibile alla condotta del primo, se un danno vi sia stato effettivamente ed, infine, se, ove questi avesse tenuto il […]

Read More &#8594