Appalto: la garanzia decennale degli immobili

L’art. 1669 cc è applicabile in presenza di una qualsiasi alterazione cagionata da un’insoddisfacente realizzazione dell’opera che, pur non investendone le parti essenziali e perciò non determinandone la “rovina” o il “pericolo di rovina”, comprometta quegli elementi (accessori o secondari) che ne consentono l’impiego duraturo cui è destinata incidendo negativamente e in modo considerevole sul […]

Read More &#8594

Appalto: l’accettazione per facta concludentia dell’opera

In tema di accettazione per facta concludentia dell’opera nell’appalto, l’art. 1665 cc, pur non enunciando la nozione di accettazione tacita dell’opera, indica i fatti e i comportamenti dai quali deve presumersi la sussistenza dell’accettazione da parte del committente e, in particolare, al comma 4 prevede come presupposto dell’accettazione tacita la consegna dell’opera al committente (alla […]

Read More &#8594

La risoluzione del contratto di appalto presuppone un inadempimento gravissimo

In tema di appalto, l’inadempimento è di gravità tale da legittimare la risoluzione del contratto nella sola ipotesi in cui l’opera, considerata nella sua unicità e complessità, sia assolutamente inadatta alla destinazione sua propria in quanto affetta da vizi che incidono in misura notevole sulla struttura e funzionalità della medesima sì da impedire che essa […]

Read More &#8594

Il cosiddetto “appalto di manodopera”

L’appalto è un contratto “di risultato” mediante il quale l’appaltatore si impegna, nei confronti del committente, contro un corrispettivo pattuito, a realizzare con rischio a proprio carico, un risultato predefinito facendo affidamento ed utilizzando la propria organizzazione imprenditoriale e, nell’ambito di questa, i propri dipendenti in piena e totale autonomia. Al contrario, si ha un […]

Read More &#8594