La definizione di credito “liquido”: una ricostruzione sistematica

Per credito liquido deve intendersi il credito determinato nell’ammontare in base al titolo, come si desume: 1) dall’espressione letterale dell’art. 1243 cc co. 1, che si attaglia alle obbligazioni pecuniarie o omogenee e fungibili; 2) dall’identica espressione contenuta dell’art. 1208 cc, n. 3, sui requisiti di validità dell’offerta reale dell’obbligazione, che prevede una somma per […]

Read More &#8594

Quando l’assegno (bancario o circolare) sia presentato da persona che adduca di agire in nome e per conto del prenditore in forza di rappresentanza

Quando l’assegno (bancario o circolare) sia presentato da persona che adduca di agire in nome e per conto del prenditore in forza di rappresentanza, la banca, in quanto tenuta a controllare la coincidenza del presentatore con il prenditore ai sensi ed agli effetti dell’art. 43 del R.D. n. 1736/1933, ha l’onere di acquisire prova di […]

Read More &#8594

Come si imputa l’acconto sul maggior danno ricevuto prima della (o in corso di) causa?

In caso di pagamenti parziali anteriori alla conversione del debito di valore in debito di valuta, la stima del danno da ritardo nell’adempimento dell’obbligazione risarcitoria va compiuta: a. devalutando il pagamento e il credito alla data dell’illecito; b. detraendo il pagamento dal credito; c. calcolando gli interessi compensativi con un saggio scelto equitativamente e applicato: […]

Read More &#8594