Responsabilità professionale dell’avvocato

In tema di responsabilità professionale dell’avvocato, la colpa -che si presume- deve essere valutata secondo il parametro della diligenza professionale (art. 1176 cc co. 2), ossia della diligenza (intesa quale cognizione tecnica e accortezza) che normalmente l’avvocato deve impiegare nel rendere la propria opera, e deve assumere una particolare intensità (colpa grave: art. 2236 cc) […]

Read More &#8594

Clausola penale: è valida se pattuita come percentuale variabile?

Non è necessario che la prestazione cui la parte inadempiente risulti tenuta ex art. 1382 cc sia predeterminata in contratto in ogni suo elemento, giacché è al contrario sufficiente che il relativo patto contenga tutti gli elementi necessari alla sua determinazione. Conseguentemente, va ritenuta legittima una penale contrattuale espressa in percentuale rispetto alla prestazione principale: […]

Read More &#8594

La decadenza dal beneficio del termine non presuppone una pronuncia giudiziale

Agli effetti dell’art. 1186 cc, la possibilità per il creditore di esigere immediatamente la prestazione, quantunque sia stabilito un termine a favore del debitore, non postula il conseguimento di una preventiva pronuncia giudiziale, né la formulazione di un’espressa domanda, potendo essere il diritto al pagamento immediato virtualmente dedotto con la domanda o il ricorso per […]

Read More &#8594