Scontro tra veicoli: l’accertamento in concreto della colpa di uno dei conducenti non è sufficiente a vincere la presunzione di concorso di colpa dell’altro

La presunzione di corresponsabilità (art. 2054 cc co 2) opera nel caso in cui sia incerto solo il grado di colpa attribuibile ai conducenti come nel caso in cui sia impossibile accertare il comportamento specifico che ha causato l’evento e può essere superata dal danneggiato esclusivamente con la duplice prova di non aver dato un […]

Read More &#8594

La causa può essere decisa sulla base della c.d. “ragione più liquida” (anche se logicamente subordinata)

La causa può essere decisa sulla base della questione ritenuta di più agevole soluzione, pur se logicamente subordinata, senza necessità di esaminare previamente (o successivamente) le altre, anche sostituendo -nella prospettiva aderente alle esigenze di economia processuale e di celerità del giudizio costituzionalizzata dall’art. 111 Cost.- il profilo di evidenza a quello dell’ordine delle questioni […]

Read More &#8594

L’usura oggettiva si accerta confrontando il TEG con il TEGM

La fattispecie della c.d. usura oggettiva (o presunta) o in astratto è integrata a seguito del mero superamento del tasso–soglia che a sua volta viene ricavato mediante l’applicazione di uno spread sul TEGM; posto che il TEGM viene trimestralmente fissato dal Ministero dell’Economia sulla base delle rilevazioni della Banca D’Italia, a loro volta effettuate sulla […]

Read More &#8594

Locazione di immobile in comproprietà: per lo sfratto può agire anche un solo locatore (presumendosi il consenso degli altri)

Qualora il partecipante alla comunione compia un atto di ordinaria amministrazione (anche consistente in un negozio giuridico o in un’azione giudiziale aventi tali finalità, come l’agire per finita locazione contro i conduttori della cosa comune, etc.), la presunzione del consenso degli altri comunisti, che sussiste ai sensi dell’art. 1105 cc co. 1, può essere superata […]

Read More &#8594