Il committente ha azione nei confronti del sub-appaltatore?

In tema di appalto, la consapevolezza, o anche il consenso (antecedente O successivo) espresso dal committente all’esecuzione, in tutto o in parte, delle opere in subappalto, valgono soltanto a rendere legittimo, ex art. 1656 cc, il ricorso dell’appaltatore a tale modalità di esecuzione della propria prestazione e non anche ad instaurare alcun diretto rapporto tra […]

Read More &#8594

Inadempimento dell’appalto: domanda di risarcimento o di eliminazione dei vizi?

In tema di appalto, ai sensi dell’art. 1668 cc l’azione del committente per il risarcimento dei danni derivanti dai vizi dell’opera appaltata si aggiunge, nel caso di colpa dell’appaltatore, all’azione diretta alla eliminazione dei vizi a spese dell’appaltatore o a quella di riduzione del prezzo; infatti, tale azione riguarda il ristoro dei pregiudizi patrimoniali non […]

Read More &#8594

Vizi nell’appalto: presupposti ed effetti della domanda di riduzione del prezzo

Il committente che, deducendo difformità dell’opera eseguita dall’appaltatore, agisce per la riduzione del prezzo, ai sensi dell’art. 1668 cc, ha l’onere di provare il deprezzamento, non essendo questo un effetto necessario e costante delle difformità dell’opera, a meno che queste difformità non dipendano dall’impiego di materiali meno pregiati di quelli contrattualmente previsti o da altre […]

Read More &#8594

La responsabilità dell’appaltatore nel caso di opera realizzata su progetto altrui

Laddove l’appaltatore si attenga alle prestazioni del progetto altrui, l’appaltatore può comunque essere ritenuto responsabile per i vizi dell’opera se egli, accortosi del vizio, non lo abbia tempestivamente denunziato al committente manifestando formalmente il proprio dissenso, ovvero non abbia rilevato i vizi pur potendo e dovendo riconoscerli in relazione alla perizia ed alla capacità tecnica […]

Read More &#8594

Da quando decorre il termine per la denuncia dei vizi?

Ai fini dell’osservanza del termine per il compimento della denuncia, va considerato quello della scoperta dei vizi nella loro manifestazione esteriore: in altre parole, detto termine decorre dal giorno in cui il committente consegua un apprezzabile grado di conoscenza oggettiva dei difetti e della loro derivazione causale dalla imperfetta esecuzione dell’opera. Tale “apprezzabile grado di […]

Read More &#8594