L’appaltatore non è responsabile se è un mero nudus minister

In tema di appalto, l’appaltatore risponde dei vizi dell’opera se, fedelmente eseguendo il progetto e le indicazioni ricevute, non ne segnali eventuali carenze ed errori, il cui controllo e correzione rientra nella sua prestazione, mentre è esente da responsabilità ove il committente, edotto di tali carenze ed errori, richieda di dare egualmente esecuzione al progetto […]

Read More &#8594

Responsabilità ex art. 1669 c.c.: l’esiguità della spesa per il ripristino esclude l’operatività della garanzia per gravi difetti?

La responsabilità ex art. 1669 cc non richiede un’effettiva gravità o pericolo di rovina dell’immobile, essendo sufficiente che il vizio sia tale da incidere sulla funzionalità dell’opera o sulle sue caratteristiche strutturali, a nulla rilevando l’esiguità della spesa per il ripristino. Tribunale di Modena (Rimondini), sentenza n. 1124 del 23 giugno 2017

Read More &#8594

L’azione di responsabilità ex art. 1669 c.c. può essere esercitata anche dall’acquirente verso il venditore costruttore

L’azione di responsabilità di cui all’art. 1669 cc può essere esercitata anche dall’acquirente verso il venditore che abbia costruito l’immobile sotto la propria responsabilità, quando il venditore abbia assunto, nei confronti dei terzi e degli stessi acquirenti, una posizione di diretta responsabilità nella costruzione dell’opera, e sempre che si tratti di gravi difetti, i quali, […]

Read More &#8594

La responsabilità ex art. 1669 cc è aquiliana

La responsabilità prevista dall’art. 1669 cc, nonostante sia collocata nell’ambito del contratto di appalto, configura un’ipotesi di responsabilità extracontrattuale la quale, pur presupponendo un rapporto contrattuale, ne supera i confini, essendo riconducibile ad una violazione di regole primarie (di ordine pubblico), stabilite per garantire l’interesse, di carattere generale, alla sicurezza dell’attività edificatoria, quindi la conservazione […]

Read More &#8594