Vendita di veicoli: la trascrizione al PRA non è requisito di validità o efficacia del contratto

La trascrizione della vendita di autoveicolo nel pubblico registro automobilistico non incide sulla validità o sull’efficacia del contratto (giacché l’effetto traslativo della proprietà si verifica a seguito del mero consenso delle parti), ma ha il solo fine di regolare i conflitti tra più eventuali acquirenti del medesimo venditore. Fuori da tale ipotesi, quindi, le risultanze […]

Read More &#8594

Vendita di veicoli e trascrizione al PRA

In tema di vendita di veicoli, incombe all’acquirente l’obbligo di provvedere alla trascrizione dell’atto stesso al P.R.A. (art. 94 Codice Strada). Tale obbligo, tuttavia, decorre dal termine di 60 giorni dalla consegna della dichiarazione di vendita autenticata da parte del venditore, il quale vi è appunto tenuto ai sensi dell’art. 1477 cc co. 3. Tribunale […]

Read More &#8594

La vendita del bene dato in pegno

L’onere del creditore pignoratizio, che intende realizzare il pegno, di notificare al debitore, a mezzo ufficiale giudiziario, l’intimazione di pagare il debito, sotto comminatoria della vendita della cosa consegnata in pegno (art. 2797 cc), non è prescritto a pena di nullità onde lo scopo deve intendersi raggiunto quando, pur non essendosi adempiuto a tale formalità, […]

Read More &#8594

Scioglimento discrezionale del contratto di vendita per intervenuto fallimento

Ove il contratto non sia ancora eseguito compiutamente all’atto dell’intervenuto fallimento, trova applicazione la norma di cui all’art. 72 L.Fall., il quale stabilisce, nell’ipotesi di un contratto di vendita non ancora eseguito, la possibilità per il venditore di sciogliersi dal contratto o di compiere la sua prestazione, insinuandosi al passivo del fallimento per il suo […]

Read More &#8594

Esecuzione per consegna e vendita del bene a terzi

Quando l’assoggettabilità del bene all’esecuzione per consegna diviene impossibile perché il bene è stato alienato a terzi, la reintegrazione per equivalente pecuniario rappresenta il naturale sostitutivo, e la domanda di condanna al pagamento del tantundem deve ritenersi implicitamente ricompresa nell’azione revocatoria, spettando al giudice disporre, in funzione delle risultanze processuali, la restituzione del bene, ovvero, […]

Read More &#8594