Covid-19: il lockdown non attribuisce al conduttore il diritto di sospendere il pagamento dei canoni

Nel caso di sospensione delle attività imprenditoriali a causa dell’emergenza pandemica Covid-19 (ristorazione, piscine e impianti sportivi, ecc.), la morososità del conduttore va sì valutata ai fini della gravità dell’inadempimento tenendo conto del mancato svolgimento dell’attività commerciale nel periodo di chiusura totale della stessa in base alle misure imposte dal Governo, ma – nel rispetto […]

Read More &#8594

I presupposti del c.d. abuso del diritto

Si ha abuso del diritto quando il titolare di un diritto soggettivo, pur in assenza di divieti formali, lo eserciti con modalità non necessarie ed irrispettose del dovere di correttezza e buona fede, causando uno sproporzionato ed ingiustificato sacrificio della controparte contrattuale, ed al fine di conseguire risultati diversi ed ulteriori rispetto a quelli per […]

Read More &#8594

Il potere di risolvere di diritto il contratto avvalendosi della clausola risolutiva espressa è necessariamente governato dal principio di buona fede

Anche in presenza di clausola risolutiva espressa (art. 1456 cc), i contraenti sono tenuti a rispettare il principio generale della buona fede ed il divieto di abuso del diritto, preservando l’uno gli interessi dell’altro (art. 1175 cc, art. 1375 cc, art. 1356 cc, art. 1366 cc e art. 1371 cc). Il potere di risolvere di […]

Read More &#8594

Covid-19: il lockdown non attribuisce al conduttore il diritto di sospendere il pagamento dei canoni

Nel caso di sospensione delle attività imprenditoriali a causa dell’emergenza pandemica Covid-19 (ristorazione, piscine e impianti sportivi, ecc.), la morososità del conduttore va sì valutata ai fini della gravità dell’inadempimento tenendo conto del mancato svolgimento dell’attività commerciale nel periodo di chiusura totale della stessa in base alle misure imposte dal Governo, ma – nel rispetto […]

Read More &#8594

L’approvazione delle clausole vessatorie mediante richiamo numerico

Nel caso di condizioni generali di contratto, l’obbligo della specifica approvazione per iscritto a norma dell’art. 1341 cc della clausola vessatoria è rispettato anche nel caso di richiamo numerico a clausole, onerose e non, purché non cumulativo, salvo che quest’ultimo non sia accompagnato da un’indicazione, benché sommaria, del loro contenuto, ovvero che non sia prevista […]

Read More &#8594