Contratti bancari e ripetizione di indebito: l’onere della prova a carico del cliente correntista

In tema di contratto di conto corrente bancario, il correntista che agisca per la ripetizione di indebito, tenuto a fornire la prova sia degli avvenuti pagamenti che della mancanza, rispetto ad essi, di una valida causa debendi, è onerato di documentare l’andamento del rapporto con la produzione degli estratti conto, i quali evidenziano le singole rimesse che per riferirsi ad importi non dovuti, sono suscettibili di ripetizione.

Tribunale di Modena (Pagliani), sentenza n. 501 del 29 marzo 2019

Esito: Rigetto nel merito (3)

Classificazione:

| art. 1224 c.c. | art. 1284 c.c. | art. 1813 c.c. | art. 1823 c.c. | art. 1832 c.c. | art. 2033 c.c. | art. 2697 c.c. |

(01) Capo I - Disposizioni generali (artt. 2697-2698 cc), (03) Capo III - Dell'inadempimento delle obbligazioni (artt. 1218-1229 cc), (07) Capo VII - Di alcune specie di obbligazioni (artt. 1277-1320 cc), (07) Titolo VII - Del pagamento dell'indebito (artt. 2033-2040 cc), (15) Capo XV - Del mutuo (artt. 1813-1822 cc), (16) Capo XVI - Del conto corrente (artt. 1823-1833 cc), (17) Capo XVII - Dei contratti bancari (artt. 1834-1860 cc)
Avatar

Avvocato in Modena

Related Articles

0 Comment