Ripetizione di interessi anatocistici o usurari: l’onere della prova a carico del cliente

Ove sia il correntista ad agire in giudizio per la ripetizione, o comunque per l’accertamento, delle somme indebitamente versate alla banca a titolo di interessi anatocistici e/o usurari, incombe su costui, ai sensi e per gli effetti dell’art. 2697 cc, l’onere di allegare i fatti posti a base della domanda, vale a dire dimostrare l’esistenza […]

Read More &#8594

Interessi anatocistici: all’omesso deposito degli estratti conto non si può supplire con una perizia di parte o d’ufficio

Il correntista che agisce per la restituzione degli interessi anatocistici, pagati o addebitati sul suo conto, ha l’onere di dimostrare l’ammontare del suo credito e deve, pertanto, depositare in causa la documentazione contabile nella specie gli estratti conti. A tale onere non può supplire attraverso la mera produzione di una perizia di parte, né attraverso […]

Read More &#8594

Contratti bancari e ripetizione di indebito: l’onere della prova a carico del cliente correntista

In tema di contratto di conto corrente bancario, il correntista che agisca per la ripetizione di indebito, tenuto a fornire la prova sia degli avvenuti pagamenti che della mancanza, rispetto ad essi, di una valida causa debendi, è onerato di documentare l’andamento del rapporto con la produzione degli estratti conto, i quali evidenziano le singole […]

Read More &#8594

Forma ad substantiam nei contratti bancari monofirma: la produzione in giudizio integra il requisito della sottoscrizione

I contratti bancari devono rivestire la forma scritta a pena di nullità (art. 117 TUB – D.Lgs. n. 385/1993), tuttavia la produzione in giudizio di detti contratti, ad opera della parte che non aveva sottoscritto, costituisce equipollente della sottoscrizione mancante e risulta quindi rispettato il requisito della forma scritta. Tribunale di Modena (Pagliani), sentenza n. […]

Read More &#8594