Interpretazione secondo il principio di soccombenza: possibile solo se non comporta la modifica del titolo esecutivo

Il giudice dell’esecuzione e quello dell’opposizione alla stessa, nell’interpretare il titolo esecutivo contenente la liquidazione delle spese in favore del CTU e, quindi, nell’individuare il soggetto obbligato, devono tenere presente il principio della soccombenza, nei limiti in cui tale interpretazione sia possibile, senza modificare il titolo stesso il che esulerebbe dal compito interpretativo del titolo […]

Read More &#8594

Il c.d. “giudicato esterno”

La portata del giudicato esterno va definita dal giudice del merito sulla base di quanto stabilito nel dispositivo della sentenza e, eventualmente, nella motivazione che la sorregge, potendosi far riferimento, in funzione interpretativa, alla domanda della parte solo in via residuale qualora, all’esito dell’esame degli elementi dispositivi ed argomentativi di diretta emanazione giudiziale, persista un’obiettiva […]

Read More &#8594

Il giudicato copre il dedotto e il deducibile

Il giudicato (art. 2909 cc, art. 324 cpc) copre il dedotto ed il deducibile in relazione al medesimo oggetto ed è intangibile, nel senso che pone il divieto di riproposizione e riesame della medesima azione in altro giudizio tra le stesse parti. Tribunale di Modena (Pagliani), sentenza n. 244 del 19 febbraio 2019

Read More &#8594

Precluso l’esame del merito in presenza di un precedente giudicato tra le medesime parti sul medesimo rapporto giuridico controverso

Qualora due giudizi tra le stesse parti facciano riferimento al medesimo rapporto giuridico ed uno di essi sia stato definito con sentenza passata in giudicato, l’accertamento così compiuto in ordine alla situazione giuridica ovvero alla soluzione di questioni di fatto e di diritto relative ad un punto fondamentale comune ad entrambe la cause, formando la […]

Read More &#8594

Documento allegato al decreto ingiuntivo non opposto: è ammissibile la querela di falso?

Il giudicato sostanziale conseguente alla mancata opposizione di un decreto ingiuntivo copre non soltanto l’esistenza del credito azionato, del rapporto di cui esso è oggetto e del titolo su cui il credito ed il rapporto stessi si fondano, ma anche l’inesistenza di fatti impeditivi, estintivi e modificativi del rapporto e del credito precedenti al ricorso […]

Read More &#8594