[SS.UU.] Il giudice deve assegnare un termine per il rilascio o la rinnovazione della procura ad litem solo se sia presente in atti ma nulla, o anche se l’avvocato abbia agito in rappresentanza di una parte senza che in atti esista alcuna procura?

Il vigente art. 182 cpc co. 2 non consente di “sanare” l’inesistenza o la mancanza in atti della procura alla lite (Nell’affermare il principio di cui in massima, la Corte ha dato espressamente atto della imminente riforma dell’articolo in parola ad opera della Riforma Cartabia, nel contempo esprimendo in proposito dubbi sull’esatta interpretazione da attribuire […]

Read More &#8594

Responsabilità oggettiva per cose in custodia: l’onere della prova a carico del danneggiato e del custode

L’art. 2051 cc non esonera il danneggiato dall’onere di provare il nesso causale fra cosa in custodia e danno – ossia di dimostrare che l’evento si è prodotto come conseguenza normale della particolare condizione, potenzialmente lesiva, posseduta dalla cosa – mentre spetta al custode dimostrare il caso fortuito, cui va equiparata l’esclusiva colpa del danneggiato. […]

Read More &#8594

Responsabilità da cose in custodia: il comportamento imprudente del danneggiato può integrare il caso fortuito

Il caso fortuito, rappresentato dalla condotta del danneggiato, è connotato dall’esclusiva efficienza causale nella produzione dell’evento. A tale fine, la condotta del danneggiato che entri in interazione con la cosa si atteggia diversamente a seconda del grado di incidenza causale sull’evento dannoso, in applicazione – anche ufficiosa – dell’articolo 1227 cc co. 1, e deve […]

Read More &#8594