Clausola penale: il recesso è una forma di risoluzione stragiudiziale del contratto per grave inadempimento imputabile alla controparte

In tema di clausola penale (art. 1382 cc), il recesso contemplato dall’art. 1385 cc co. 2 non è riconducibile al recesso convenzionale di cui agli art. 1373 cc e art. 1386 cc ma rappresenta una particolare ipotesi di risoluzione per inadempimento (art. 1453 cc), del quale condivide i relativi presupposti, vale a dire l’imputabilità, l’inadempimento […]

Read More &#8594

La parte deve retribuire il difensore d’ufficio nominato dallo Stato (che non è il patrocinio a spese dello Stato)

Il difensore d’ufficio, ancorché nominato dallo Stato (art. 92 cpp co. 2), non è equiparabile al difensore dei soggetti non abbienti (DPR n. 115/2022): mentre la difesa d’ufficio è riservata a chi, a prescindere dal reddito, non abbia nominato un difensore di fiducia; al contrario, il patrocinio a spese dello Stato garantisce il diritto di […]

Read More &#8594

[AI] Gestiolex, cos’è il diritto?

Il bot di Gestiolex si è fatto (artificialmente) intelligente, grazie a Chat GPT di Open AI. Può dare un consiglio su come procedere per il recupero di un credito (ipotizzandone anche il relativo costo), oppure spiegare cosa significhi “diritto” (con termini adatti a bambini o adulti), ma, alla fine, suggerisce di rivolgersi comunque ad un […]

Read More &#8594

La clausola penale abusiva ed inefficace ai sensi del Codice del Consumo perché manifestamente eccessiva non può essere ricondotta ad equità ai sensi del Codice civile

La clausola penale (art. 1382 cc) manifestamente eccessiva (nella specie, pari all’80% del corrispettivo) è abusiva quindi inefficace ai sensi del Codice Consumo (D.Lgs. n. 206/2005), senza che possa farsi luogo alla sua riduzione ad equità ex art. 1384 cc. Tribunale di Modena (Bagnoli), sentenza n. 1479 del 1° dicembre 2022

Read More &#8594