Il giudice può decidere la causa anche sulla base di elementi tecnici non prodotti in giudizio

Al giudice, che è peritus peritorum, si applica il principio di diritto enunciato per il consulente d’ufficio, secondo cui sono autonomamente acquisibili tutti gli elementi inerenti a fatti accessori di natura tecnica necessari per rispondere ai quesiti, sebbene attinti da documenti non prodotti in causa di cui sia indicata la fonte. Conseguentemente questi elementi possono […]

Read More &#8594

L’azione revocatoria spetta anche al creditore eventuale, bastando un’aspettativa creditoria non prima facie pretestuosa

L’art. 2901 cc ha accolto una nozione lata di credito, comprensiva della ragione o aspettativa, con conseguente irrilevanza dei normali requisiti di certezza, liquidità ed esigibilità, sicché anche il credito eventuale, nella veste di credito litigioso, è idoneo a determinare – sia che si tratti di un credito di fonte contrattuale oggetto di contestazione in […]

Read More &#8594

Uno spaventoso incidente in autostrada può causare un infarto

Risponde a una massima di comune esperienza (dotata di ragionevole attendibilità, sia sul piano logico sia sul piano quantitativo/statistico) che un’incidente in autostrada, a una velocità significativa, con perdita di controllo del veicolo e moto trasversale lungo la sede stradale possa determinare, per lo spavento, un arresto cardiocircolatorio, specie in un soggetto fragile. Tribunale di […]

Read More &#8594

Le espressioni di stile non impediscono il riconoscimento tacito della sottoscrizione

Affinchè non si determinino gli effetti del riconoscimento tacito della sottoscrizione, l’art. 214 cpc esige che l’eccipiente sia “tenuto a negare formalmente la propria sottoscrizione”. L’atto processuale nel quale il disconoscimento si concreta deve essere tale che si possa desumere con certezza la negazione dell’autenticità della sottoscrizione stessa. Tribunale di Modena (Masoni), sentenza n. 442 […]

Read More &#8594