Ricorso immediato ex art. 21 D. Lgs. 274/2000 – Appello avverso sentenza di assoluzione del Giudice di Pace agli effetti penali – Effetti della costituzione di parte civile presso il Giudice di Pace

Nel giudizio introdotto a seguito di ricorso immediato ex art 21 D.Lgs. n. 274/2000, in applicazione della regola generale dettata dall’art. 576 cpp, valida anche nel processo davanti al giudice di pace in forza del richiamo di cui all’art. 2 D.Lgs. n. 274/2000, ai sensi dell’art. 38, il ricorrente che ha chiesto la citazione a giudizio dell’imputato è legittimato a proporre impugnazione anche agli effetti penali.
La persona offesa costituitasi parte civile può proporre impugnazione, ai soli effetti civili, avverso la sentenza pronunciata dal giudice di pace, quando il procedimento non sia stato instaurato con il ricorso immediato previsto dall’art. 21 del citato D.Lgs. n. 274/2000, atteso il carattere estensivo e non limitativo che deve riconoscersi al successivo art. 38 del medesimo testo normativo; per tale ultima disposizione ove vi sia stato, invece, il suddetto ricorso immediato, il ricorrente può proporre impugnazione, anche agli effetti penali, avverso la sentenza di proscioglimento.

Corte di Cassazione, Sez. V pen. (pres. Sabeone, rel. De Gregorio), sentenza n. 5464 del 4 febbraio 2019

NOTA:
Il provvedimento di cui in massima ha accolto il gravame proposto avverso Tribunale di Modena sentenza del 22/12/2016.

Esito: Accoglimento (3)

Classificazione:

|

Penale
Pellegrini Marco

Avvocato in Modena

Related Articles

0 Comment