I presupposti dell’opposizione all’esecuzione

L’opposizione all’esecuzione di cui all’art. 615 cpc è configurabile ogni volta in cui si lamenti l’inesistenza del diritto del creditore a procedere esecutivamente per carenza di titolo esecutivo o a causa del verificarsi di fatti, estintivi o modificativi del rapporto sostanziale, sopravvenuti alla formazione del titolo, ivi compresa la prescrizione della pretesa. Tribunale di Modena […]

Read More &#8594

La disciplina dell’opposizione agli atti esecutivi deve essere coordinata con le regole generali in tema di sanatoria degli atti nulli

La disciplina dell’opposizione agli atti esecutivi deve essere coordinata con le regole generali in tema di sanatoria degli atti nulli, sicché con l’opposizione ai sensi dell’art. 617 cpc non possono farsi valere vizi, quali la nullità della notificazione del titolo esecutivo e del precetto, quando sanati per raggiungimento dello scopo ex art. 156 cpc ult. […]

Read More &#8594

Opposizione dell’esecuzione e impugnazione del titolo esecutivo

Nel giudizio di opposizione all’esecuzione ai sensi dell’art. 615 cpc non possono proporsi questioni in contrasto con il contenuto del titolo esecutivo giudiziale e deducibili, invece, con specifici mezzi di impugnazione, con la conseguenza che non vi è alcuna possibilità di concorso tra quel mezzo di impugnazione e l’opposizione dell’esecuzione. Tribunale di Modena (Pagliani), sentenza […]

Read More &#8594

L’opposizione all’esecuzione forzata condotta sulla base di un decreto ingiuntivo dichiarato esecutivo

In sede di opposizione all’esecuzione forzata condotta sulla base di un decreto ingiuntivo dichiarato esecutivo, la pretesa esecutiva fatta valere dal creditore può essere neutralizzata soltanto con la deduzione di fatti estintivi o modificativi del rapporto sostanziale posteriori alla formazione del titolo stesso. Tribunale di Modena (Pagliani), sentenza n. 279 del 16 febbraio 2018

Read More &#8594