La preliminare fase sommaria delle opposizioni esecutive è necessaria ed inderogabile

La preliminare fase sommaria delle opposizioni esecutive (successive all’inizio dell’esecuzione) davanti al giudice dell’esecuzione (ai sensi degli art. 615 cpc co. 2, art. 617 cpc co. 2, art. 618 cpc, nonché art. 619 cpc) è necessaria ed inderogabile, in quanto prevista non solo per la tutela degli interessi delle parti del giudizio di opposizione ma […]

Read More &#8594

L’opposizione di terzo all’esecuzione: il punto

L’opposizione di terzo all’esecuzione (art. 619 cpc) è un’azione di accertamento negativo, diretta a vincere la presunzione “iuris tantum” di appartenenza al debitore dei beni staggiti nella casa di abitazione o nell’azienda dello stesso, mediante la prova della proprietà dell’opponente e la correlativa negazione del diritto del creditore di procedere alla loro espropriazione. L’opponente è […]

Read More &#8594

Opposizione di terzo all’esecuzione: la coincidenza fra la sede aziendale del terzo e del debitore

In tema di opposizione di terzo all’esecuzione (art. 619 cpc), in caso di coincidenza fra la sede aziendale del terzo e della debitore, il terzo è esonerato dalla dimostrazione dell’affidamento dei beni all’esecutato per titolo diverso dalla proprietà. Egli, però, resta comunque gravato degli altri oneri probatori, al pari di ogni altro terzo opponente. Tribunale […]

Read More &#8594

Elezione di domicilio cd. “anomala” nel precetto e opposizione all’esecuzione

L’elezione di domicilio cd. “anomala” (siccome priva di collegamenti con il luogo dell’esecuzione) che il creditore abbia compiuto nell’atto di precetto, ex art. 480 cpc co. 3, non è vincolante ai fini della determinazione del giudice territorialmente competente a conoscere dell’opposizione a precetto – il quale va individuato con riferimento al possibile luogo della esecuzione, […]

Read More &#8594