Il termine ordinatorio non prorogato (né ulteriormente prorogabile) produce gli stessi effetti di un termine perentorio

I termini perentori non possono essere prorogati nemmeno sull’accordo delle parti (art. 153 cpc), mentre quelli ordinatori possono essere prorogati, prima della loro scadenza, al massimo due volte nel caso di motivi particolarmente gravi e comunque per una durata non superiore al termine originario (art. 154 cpc), con la conseguenza che il decorso di questi […]

Read More &#8594

Estinzione del processo esecutivo e impugnazione del solo capo relativo alle spese

Ove di un provvedimento di estinzione del processo esecutivo si intenda impugnare il solo capo di condanna del debitore alle spese, il mezzo di impugnazione è il reclamo ai sensi dell’art. 630 cpc. Tale principio va esteso ad ogni provvedimento adottato dal giudice dell’esecuzione a seguito dell’estinzione del processo. Tribunale di Modena (Siracusano), sentenza n. […]

Read More &#8594

L’impugnazione della condanna al pagamento delle spese del processo esecutivo contenuta nel provvedimento del GE di estinzione dello stesso

Il reclamo ai sensi dell’art. 630 cpc è il rimedio tipico per contestare la condanna al pagamento delle spese del processo esecutivo contenuta nel provvedimento del GE di estinzione dello stesso, purché il capo impugnato dell’ordinanza estintiva si riferisca alle “spese del processo esecutivo” ex art. 624 cpc co. 3 e art. 632 cpc co. […]

Read More &#8594

Opposizioni esecutive e rimedi all’omessa statuizione sulle spese di lite della fase sommaria

In tema di opposizioni esecutive ex art. 615 cpc, art. 617 cpc e art. 619 cpc, nel caso di omessa statuizione sulle spese di lite della fase sommaria, la parte ben può introdurre il giudizio a cognizione piena, all’esito del quale conseguire una pronuncia sull’opposizione e sulle spese. Tribunale di Modena (pres. Salvatore, rel. Vaccaro), […]

Read More &#8594