Opposizione a decreto ingiuntivo: la posizione processuale delle parti è invertita

L’opposizione a decreto ingiuntivo introduce un giudizio di cognizione, che segue le regole del giudizio ordinario, secondo il principio della domanda ad iniziativa di parte ed i principi che governano l’onere probatorio delle parti, nel quale giudizio la posizione processuale delle parti è invertita per effetto della posticipazione del contraddittorio conseguente all’emanazione del decreto ingiuntivo, […]

Read More &#8594

Opposizione a decreto ingiuntivo: la posizione processuale delle parti è invertita

L’opposizione a decreto ingiuntivo introduce un giudizio di cognizione, che segue le regole del giudizio ordinario, secondo il principio della domanda ad iniziativa di parte ed i principi che governano l’onere probatorio delle parti, nel quale giudizio la posizione processuale delle parti è invertita per effetto della posticipazione del contraddittorio conseguente all’emanazione del decreto ingiuntivo, […]

Read More &#8594

L’onere della prova a carico del professionista che agisca contro l’ex cliente per il recupero di un proprio credito

Nei giudizi aventi ad oggetto l’accertamento di un credito per prestazioni professionali, incombe sul professionista la prova dell’avvenuto conferimento dell’incarico. Detto conferimento può avvenire in qualsiasi forma idonea a manifestare il consenso delle parti, sicché, quando sia contestata la instaurazione di un siffatto rapporto, grava sull’attore l’onere di dimostrarne l’avvenuto conferimento, anche ricorrendo alla prova […]

Read More &#8594

La contumacia è un contegno probatoriamente irrilevante, ma…

Nei giudizi contumaciali non soltanto non trova applicazione il principio di non contestazione di cui all’art. 115 cpc co. 1 – il cui perimetro applicativo è testualmente circoscritto alle parti costituite – ma è altresì impedito al giudice trarre dalla contumacia della parte, ritualmente vocata in giudizio e non comparsa, qualsiasi significato probatorio in favore […]

Read More &#8594

L’onere della prova a carico del correntista che agisca per la ripetizione dell’indebito

Nei rapporti di conto corrente bancario, il cliente che agisca per ottenere la restituzione delle somme indebitamente versate in presenza di clausole nulle, ha l’onere di provare l’inesistenza della causa giustificativa dei pagamenti effettuati mediante la produzione del contratto che contiene siffatte clausole, senza poter invocare il principio di vicinanza della prova al fine di […]

Read More &#8594