La vendita e posa in opera di un bene ha natura mista di compravendita e appalto: quale disciplina si applica ai vizi?

La vendita e posa in opera di un bene ha natura mista di compravendita e appalto, con prevalenza dell’uno o dell’altro contratto a seconda che prevalga il maggior valore dei beni o, rispettivamente, dell’opera nonché avuto riguardo al maggior rilievo attribuito dalle parti al trasferimento della proprietà o all’esecuzione dell’opera stessa. Pertanto, il contratto deve […]

Read More &#8594

La cd. vendita a prova

La vendita a prova (art. 1521 cc) è un contratto perfetto nei suoi elementi costitutivi, ma sospensivamente condizionato per la sua efficacia all’esito positivo della prova, che non dipende dalla valutazione discrezionale dell’acquirente, ma dalle oggettive caratteristiche del bene in questione sì da permettere all’acquirente di verificare che l’oggetto compravenduto sia dotato delle qualità pattuite, […]

Read More &#8594

Compravendita: dies a quo per la garanzia nel caso di scoperta per gradi dei vizi

L’osservanza del termine di decadenza stabilito dall’art. 1495 cc è una condizione dell’azione, la cui prova incombe sull’acquirente. In particolare, il criterio per determinare il momento della scoperta è la certezza oggettiva (non il mero sospetto) da parte del compratore della presenza e dell’entità dei vizi, che può essere eventualmente raggiunta per gradi e in […]

Read More &#8594