Il risarcimento del danno da querela penalmente infondata

La denuncia di un reato (che sia perseguibile, indifferentemente, a querela o d’ufficio) è fonte di responsabilità per danni (perdita del lavoro, all’immagine, alla salute, ecc.) a carico del denunciante in caso di proscioglimento o di assoluzione del denunciato, purché essa integri gli estremi del delitto di calunnia, mentre, al di fuori di tale ipotesi, […]

Read More &#8594

L’appalto di servizi

Nell’appalto di servizi, poiché il contenuto dell’obbligazione è una prestazione di fare che ha ad oggetto il compimento di un servizio che dà luogo solo ad una produzione di utilità (e non ad una trasformazione di materia), il rapporto di fatto che l’appaltatore ha con il bene, cui il servizio va riferito, è di detenzione […]

Read More &#8594

Decreto ingiuntivo: tardività dell’opposizione e domanda riconvenzionale

Il decreto ingiuntivo non opposto o non opposto tempestivamente acquista autorità ed efficacia di cosa giudicata, la quale copre anche l’inesistenza di fatti estintivi/impeditivi/modificativi del rapporto e del credito, di talché ne risultano inammissibili le relative domande riconvenzionali dell’ingiunto (Nel caso di specie, l’opponente a decreto ingiuntivo chiedeva in via riconvenzionale il risarcimento dei danni […]

Read More &#8594

La domanda ex art. 2932 cc presuppone una messa in mora

L’art. 2932 cc consente di ottenere sentenza produttiva degli effetti del contratto non concluso se colui che è obbligato a concludere un contratto non adempie l’obbligazione. L’inadempimento condizionante l’accoglibilità della domanda deve formalmente risultare da una preventiva costituzione in mora dell’obbligato a concludere il contratto, ove non ricorrano i presupposti delle mora ex re. Tale […]

Read More &#8594