Sinistri stradali: improponibile la domanda del danneggiato che non collabori con l’Assicurazione per la formulazione di un’offerta congrua prima del giudizio

In tema di assicurazione obbligatoria della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore, a norma dell’art. 145 D.Lgs. n. 209/2005 (Codice Assicurazioni), non può essere proposta azione risarcitoria dal danneggiato che, in violazione dei principi di correttezza (art. 1175 cc) e buona fede (art. 1375 cc), con la propria condotta abbia impedito all’assicuratore […]

Read More &#8594

Clausola risolutiva espressa, i contraenti sono tenuti a preservare l’uno gli interessi dell’altro

Anche in presenza di clausola risolutiva espressa, i contraenti sono tenuti a rispettare il principio generale della buona fede ed il divieto di abuso del diritto, preservando l’uno gli interessi dell’altro. In particolare, il potere di risolvere di diritto il contratto avvalendosi della clausola risolutiva espressa è necessariamente governato dal principio di buona fede, da […]

Read More &#8594

Il criterio per la riduzione equitativa della penale da parte del giudice

Ai fini dell’esercizio del potere di riduzione della penale, il giudice non deve valutare l’interesse del creditore con esclusivo riguardo al momento della stipulazione della clausola – come sembra indicare l’art. 1384 cc, riferendosi all’interesse che il creditore “aveva” all’adempimento – ma tale interesse deve valutare anche con riguardo al momento in cui la prestazione […]

Read More &#8594

Liberazione del fideiussore ai sensi dell’art. 1956 cc: il peggioramento delle condizioni economiche del debitore principale deve essere sopravvenuto

L’art. 1956 cc prevede la liberazione del fideiussore dalle obbligazioni future se il creditore, senza speciale autorizzazione del fideiussore, abbia fatto credito al terzo, pure conoscendo che le condizioni patrimoniali di questo fossero divenute tali da rendere notevolmente più difficile il soddisfacimento del credito. Tra gli elementi costitutivi della fattispecie è richiesto il peggioramento delle […]

Read More &#8594

Il servizio di vigilanza di un immobile con sopralluoghi a intervalli di tempo è obbligazione di mezzi o di risultato?

Il servizio di vigilanza di un immobile con sopralluoghi a intervalli di tempo è oggetto di un’obbligazione di mezzi, il cui inadempimento fa sorgere la responsabilità del debitore se si accerta l’idoneità del controllo a impedire il furto, valutati i tempi e le modalità della condotta delittuosa. Tribunale di Modena (Grandi), sentenza n. 340 del […]

Read More &#8594