Revocatoria: la cessione a favore di familiari o conviventi fa scattare le presunzioni

La prova della “partecipatio fraudis” del terzo, necessaria ai fini dell’accoglimento dell’azione revocatoria ordinaria nel caso in cui l’atto dispositivo sia oneroso e successivo al sorgere del credito, può essere ricavata anche da presunzioni semplici, ivi compresa la sussistenza di un vincolo parentale tra il debitore e il terzo, quando tale vincolo renda estremamente inverosimile che il terzo non fosse a conoscenza della situazione debitoria gravante sul disponente. Tribunale di Modena (Ramacciotti), sentenza n. 909 del 7 giugno 2019 NOTA In senso conforme, Tribunale di Modena (Masoni), sentenza n. 616 del 16 aprile 2019, Tribunale di Modena (Pagliani), sentenza n. 174 del 04 Febbraio 2019, Tr (...)

Contenuti riservati agli utenti registrati. Effettuare il login


(01) Capo I - Disposizioni generali (artt. 2740-2744 cc), (04) Capo IV - Delle presunzioni (artt. 2727-2729 cc), (05) Capo V - Dei mezzi di conservazione della garanzia patrimoniale (artt. 2900-2906 cc)

Avvocato in Modena

Related Articles

0 Comment

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.