Il curatore fallimentare può sempre sciogliersi dal contratto preliminare (ma non sempre se ne producono gli effetti)

Il curatore fallimentare può sempre sciogliersi dal contratto preliminare ex art. 72 Legge Fall., ma tale scioglimento ha effetto solo nel caso di mancata trascrizione della domanda ex art. 2932 cc e della relativa sentenza definitiva di accoglimento. Corte di Appello di Bologna, Sez. II civ. (pres. Guidotti, rel. Varotti), sentenza n. 2182 del 22 […]

Read More &#8594

Le conseguenze della liquidazione coatta amministrativa sui processi in corso e da instaurare

La messa in liquidazione coatta amministrativa determina la perdita della capacità processuale e, ai sensi dell’art. 83 comma 3 TUB, dalla data di insediamento degli organi liquidatori ex art. 85 e comunque dal sesto giorno lavorativo successivo alla data di adozione del provvedimento che dispone la liquidazione coatta, non può essere promossa né proseguita alcuna […]

Read More &#8594

Opposizione allo stato passivo, l’impugnazione del credito ammesso a favore di un terzo può essere proposta dal creditore escluso? Sì, ma solo se…

L’impugnazione di un credito ammesso ben può essere formulata pure dal creditore escluso, purché contemporaneamente proponga opposizione avverso la propria esclusione. Corte di Cassazione, Sez. I civ. (pres. Didone, rel. Dolmetta), sentenza n. 2514 del 1° febbraio 2018 NOTA La sentenza di cui in massima ha rigettato il gravame proposto avverso Tribunale di Modena, Sez. […]

Read More &#8594

Fallimento, anche i crediti prededucibili sono liquidati secondo la regola della par condicio creditorum

Costituisce principio non controvertibile che anche il vaglio dei crediti prededucibili non sfugga all’accertamento endoprocessuale, finalizzato alla realizzazione del concorso secondo la regola della par condicio creditorum. L’attrazione al giudizio fallimentare soddisfa esigenze affatto diverse dall’assicurare la liquidazione totale dei beni del fallito, così da soddisfare i creditori, secondo il citato metodo della par condicio, […]

Read More &#8594

Interessi commerciali e crediti concorsuali

Gli interessi commerciali (D.Lgs. n. 231/2002) non si applicano ai crediti verso debitori sottoposti a procedure concorsuali. Corte di Cassazione, Sez. I civ. (pres. Ceccherini, rel. De Chiara), sentenza n. 3701 del 24 febbraio 2015 NOTA: Il provvedimento di cui in massima ha accolto il gravame proposto avverso Tribunale di Modena decreto n. 10014/2008.

Read More &#8594