Il risarcimento del danno non patrimoniale

Il danno non patrimoniale di cui all’art. 2059 cc si identifica con il danno determinato dalla lesione di interessi inerenti la persona e non aventi rilevanza economica. Esso è connotato da tipicità poiché la norma predetta ne consente la riparazione solo nei casi determinati dalla legge (art. 185 c.p. che prevede la risarcibilità dei danni […]

Read More &#8594

La responsabilità per i danni cagionati da cose in custodia

La responsabilità per i danni cagionati da cose in custodia ex art. 2051 cc prescinde dall’accertamento del carattere colposo dell’attività o del comportamento del custode (proprietario, possessore o detentore) ed ha natura oggettiva, necessitando del mero rapporto eziologico tra cosa e evento. Tale responsabilità sussiste in relazione a tutti i danni cagionati dalla cosa in […]

Read More &#8594

La caduta nella pozza d’acqua

La responsabilità da cose in custodia ex art. 2051 cc sussiste qualora ricorrano due presupposti: un’alterazione della cosa che, per le sue intrinseche caratteristiche, determina la configurazione nel caso concreto della cd. insidia o trabocchetto e l’imprevedibilità e l’invisibilità di tale “alterazione” per il soggetto che, in conseguenza di questa situazione di pericolo, subisce un […]

Read More &#8594

L’impossibilità di vedere Sky è un danno futile, non risarcibile

La risarcibilità del pregiudizio non patrimoniale presuppone che la lesione dell’interesse di rilevanza costituzionale sia grave (cioè superi la soglia minima di tollerabilità imposta dai doveri di solidarietà sociale) e che il danno non sia futile. Deve pertanto escludersi la risarcibilità dei meri disagi o fastidi, ovvero nella lesione di diritti del tutto immaginari, come […]

Read More &#8594