Le conseguenze della c.d. usura sopravvenuta

Per la qualificazione di un tasso come usurario occorre fare applicazione dell’art. 644 c.p., tenendo conto del momento in cui gli interessi sono convenuti, indipendentemente dal momento del loro pagamento. Di conseguenza, allorché il tasso degli interessi concordato tra mutuante e mutuatario superi, nel corso dello svolgimento del rapporto, la soglia dell’usura come determinata in […]

Read More &#8594

La domanda contro l’obbligato in solido del fallito deve essere proposta in sede concorsuale?

La “vis attractiva” ex art. 24 Legge Fall. (secondo cui tutte le domande di credito verso il fallito devono essere proposte in sede concorsuale, a pena di inammissibilità e improcedibilità) non opera nei confronti del soggetto in bonis che sia co-obbligato del fallito, giacché la solidarietà passiva non determina di per sè litisconsorzio necessario, di […]

Read More &#8594

Apertura di credito bancario regolato in conto corrente e prescrizione per la ripetizione di indebito nei confronti della banca

L’azione di ripetizione di indebito, proposta dal cliente di una banca, il quale lamenti la nullità della clausola di capitalizzazione trimestrale degli interessi anatocistici maturati con riguardo ad un contratto di apertura di credito bancario regolato in conto corrente, è soggetta all’ordinaria prescrizione decennale, la quale decorre, nell’ipotesi in cui i versamenti abbiano avuto solo […]

Read More &#8594