Cosa deve provare ed allegare il creditore che eserciti un’azione di responsabilità contrattuale?

Il creditore che eserciti un’azione di responsabilità contrattuale può limitarsi ad allegare l’inadempimento dell’obbligazione, di risultato o di mezzi, mentre deve (allegare e) provare la fonte del suo diritto, il danno e il nesso di causalità con la condotta del debitore. In particolare, l’allegazione deve essere specifica e attenere ad un inadempimento per così dire […]

Read More &#8594

Responsabilità processuale aggravata ex art. 96 co. 3 cpc: il presupposto dell’abuso del processo

La condanna per responsabilità processuale aggravata di cui all’art. 96 cpc co. 3 è applicabile d’ufficio in tutti i casi di soccombenza, configurando una sanzione di carattere pubblicistico (non intrinsecamente difforme dal danno punitivo), volta alla repressione dell’abuso dello strumento processuale, autonoma ed indipendente rispetto alle ipotesi di responsabilità aggravata ex art. 96 cpc co. […]

Read More &#8594

La nozione di attività pericolosa non va limitata alle attività già qualificate come tali dalla legge

La nozione di attività pericolosa rilevante ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 2050 cc non va limitata alle attività già qualificate come tali dalla legge, ma va estesa a tutte quelle attività che, per la loro stessa natura o per le caratteristiche dei mezzi adoperati, comportino una rilevante possibilità del verificarsi di […]

Read More &#8594

Il mandato professionale all’avvocato non presuppone un atto scritto né la procura alle liti

Ai fini della conclusione del contratto di patrocinio, non è indispensabile il rilascio di una procura ad litem, essendo questa necessaria solo per lo svolgimento dell’attività processuale, e non è richiesta la forma scritta, vigendo per il mandato il principio di libertà di forma (art. 1706 cc). Tribunale di Modena (Ticchi), sentenza n. 1383 del […]

Read More &#8594